News: arte

Presentazione Forma/ae | Sala delle Lupe 11 dicembre

By Stefano Vigni

Presentazione Forma/ae | Sala delle Lupe 11 dicembre

Forma/ae - Stefano Vigni

Mercoledì 11 dicembre 2019 h.17,30

Sala delle Lupe, Palazzo Pubblico, Siena

 

Presentazione del libro fotografico dal titolo “Forma/ae - Siena dentro e fuori” fotografie di Stefano Vigni, testi critici del Prof. Marco Pierini, Ed. Seipersei.

Alla gentile presenza dell’Autore Stefano Vigni, il Sindaco di Siena Luigi De Mossi e il Critico d’arte e Direttore della Galleria Nazionale dell’Umbria Marco Pierini.

Tutta la cittadinanza è invitata mercoledì 11 dicembre alle ore 17,30 presso la Sala delle Lupe del Palazzo Pubblico del comune di Siena per la presentazione del libro fotografico “Forma/ae - Siena dentro e fuori”.

Seguirà alle h 19.00 un brindisi con l’Autore al Bar Il Palio, Piazza del Campo con i vini gentilmente offerti dalla Società Agricola Col D’Orcia.

Forma/ae

Forma/ae è un cofanetto suddiviso in due volumi. Intra ed Extra raccontano la città di Siena dentro e fuori dalle mura. I due libri rappresentano l’essenza di quello sguardo sentimentale che Vigni con maturità autoriale fa scorrere su un territorio che da un lato ben conosce e ama ma che nell’occasione esplora e riscopre lasciandosi sorprendere. Forma fotografica e descrizioni differiscono e si animano variamente nelle due parti dell’opera giungendo quasi a opporsi nella composizione di diversi e distinti paesaggi.

Il primo è il libro della pietra, dell’arte, della storia. Il bianco e nero e le forme geometriche, le linee e la ricchezza culturale di Siena sono i protagonisti. Le forme, le figure architettoniche e scultoree sono gli elementi con cui Vigni si confronta accettando la sfida più alta all’interno della composizione fotografica: mostrare patrimonio e bellezza della sua città.

Il secondo è il libro della terra, delle crete, della forma pittorica del paesaggio, di quelle immagini fotografiche che sembrano evocare dipinti; il colore, il grano, le colline, questi elementi nel loro ossessivo ripetersi riempiono lo sguardo dell’osservatore tanto quanto hanno assediato quello dell’autore, ispirandone la poetica.

Stefano Vigni, autore senese, usa un punto di vista tanto personale quanto innovativo, nei canoni di rispetto della bellezza e classicità di cui Siena è riferimento assoluto. Le forme ritratte sono volte a riattivare la conoscenza e ad aprire le porte della percezione visiva che anima lo sguardo e l’attenzione dell’osservatore di quest’opera di cui Vigni ha curato personalmente ogni singolo dettaglio con passione infinita.

Entrambi i volumi sono accompagnati da un testo critico a cura di Marco Pierini.

"Lo sguardo di Stefano Vigni intra moenia evita di incrociarsi con quello di altre persone e si sofferma sui mattoni, sui marmi, sulla pietra serena, gli atomi cioè di cui Siena si costituisce. Ne risultano immagini stranianti, dove la presenza umana è bandita e strade, piazze, scorci, monumenti si spogliano della veste più consueta, con la quale si mostrano quotidianamente ai viaggiatori e agli abitanti ."

Estratto dal testo INTRA di M.Pierini

L'AUTORE, STEFANO VIGNI

Stefano Vigni, nato a Siena, è fotografo, editore e professore accademico. Insegna a IED Milano e LABA Firenze. Le sue immagini sono state pubblicate da La Repubblica, Le Figaro, Il Fotografo, FotoIT, La Freccia, l’Opera di Parigi e la Regione Toscana. I suoi più importanti clienti sono Anas, Arci Nazionale, Ferrovie Italiane dello Stato, Organi delle Nazioni Unite, Hugo Boss, Canon, Kairos Film, Ina Assitalia, Allianz, Segis e il Comune di Amsterdam. La sua casa editrice Seipersei di cui è fondatore ha più di 30 libri in catalogo. I suoi progetti editoriali sono stati diffusi da Domus, Il sole 24 ore, Marie Claire, Vanity Fair, Donna Moderna, SkyTG24, Rai Radiotelevisione italiana.

LA CASA EDITRICE, SEIPERSEI

Seipersei è un laboratorio di avvistamento di pensiero visuale laterale impegnato nella promozione dei giovani fotografi italiani. Seipersei riscuote il favore della critica fotografica nazionale ed internazionale ed ha attualmente in catalogo 30 titoli dando voce ad oltre 80 autori dal 2012 a oggi. Seipersei è distribuita sul territorio nazionale nelle più importanti librerie di catena.

Read more


DUE - Carlo Pellegrini 23/6 - 16/9

By Stefano Vigni

DUE - Carlo Pellegrini 23/6 - 16/9

Venerdì 23 giugno alle 18:00, Seipersei è lieta di presentare la mostra fotografica e il nuovo libro "Due" di Carlo Pellegrini.

DUE

Carlo Pellegrini con questo progetto fotografico, si affaccia sull’importante tema della disabilità mentale con spontaneità, una spiccata sensibilità e un forte senso di autocritica. Quello dei manicomi e della legge Basaglia promulgata nel 1978 è un argomento già analizzato in passato da molti altri importanti fotografi: Luciano D’Alessandro, Gianni Berengo Gardin, Carla Cerati solo per citarne alcuni tra gli italiani. Ma Pellegrini lavora diversamente, con un linguaggio personale, lontano dal classico reportage e qui si proietta nei meandri della malattia con partecipazione, assolvendo al compito che si è prefissato e calandosi per conto proprio in questi ambienti a lungo.
Carlo Pellegrini interviene con il sistema della doppia esposizione come se lo strumento, la macchina fotografica, fungesse da filtro capace di modificare la prospettiva e la visione, come se per un attimo riuscissimo a calarci nel punto di vista degli autori delle vere opere di questo libro. I protagonisti sono infatti i quadri, i disegni e i ritratti che vengono elaborati dai degenti de La Tinaia di Firenze, uno spazio di libera attività creativa in palese rottura con la logica repressiva della vecchia istituzione maniacale. Per più di anno Pellegrini si è recato presso i locali de La Tinaia all’interno di una casa colonica posta a ridosso dell’ex ospedale psichiatrico Chiarugi di Firenze. E’ qui che il fotografo ha deciso di intervenire modificando e sovrapponendo digitalmente, in fase di scatto, la sua visione unitamente a quella delle opere e degli autori stessi; si creano così un serie di immagini che sconfinano ben oltre le classiche riproduzioni e che poco avrebbero da aggiungere come contributo all’arte vera e propria. Questo non è il caso: la manipolazione e la distorsione che Pellegrini sceglie di utilizzare, aggiunge un significato che travalica il senso stesso delle opere,
aggiungendo chiaramente a queste una propria riflessione personale. Il progetto infatti si intitola Due, come le visioni che si fondono in una sola immagine, oppure come le multiple personalità che si celano in ognuno di noi: sta a voi trovare il punto di partenza di ogni singola fotografia per arrivare alla visione chiara e nitida. Sicuramente avrà un significato diverso a seconda del lettore.

Carlo Pellegrini


Carlo Pellegrini nasce a Siena nel 1986. Il suo percorso fotografico inizia nel 2012, quando frequenta un corso presso il Siena Art Institute. Dopo un anno segue il master di fotogiornalismo del collettivo WSP di Roma. Da qui nasce il suo primol progetto "Ore contate" con il quale vince il premio di migliore serie nella categoria fotogiornalismo di Lens Culture. Da giugno 2016 entra a far parte di Fotosintesi Lab Project.


Info line: Chiara Narcisi 3337212052

Read more

Recent Articles

Categories